Bortigiadas, 22 agosto 2019 –  Attraverso i social il sindaco di Bortigiadas si fa portavoce  del grande  sconforto dei suoi concittadini.

A quanto pare l’acqua che Abbanoa fornisce, direttamente dal bacino del Lerno, in uno dei due depositi di Bortigiadas risulta essere sempre torbida, come dalle foto pubblicate sui social.

Il primo cittadino Emiliano Deiana  ha pertanto chiesto e ottenuto un sopralluogo congiunto con Abbanoa nel deposito  che attinge direttamente dal Lerno, e conferito mandato a una società specializzata di analizzare la qualità delle acque. 

A quanto riportato sono tre anni, con pochissimi periodi di pausa, il periodo in cui i cittadini di Bortigiadas non hanno l’acqua potabile in casa. Si chiedono quindi delucidazioni  chiare ad Abbanoa.

Deiana a quanto viene riportato,  a più riprese ha chiesto in passato di compiere  altre ricerche idriche a monte dell’abitato (la Funtana di l’Oru, per intenderci)  a cui Abbanoa a suo dire, pare abbia tergiversato.

Ora l’ Assemblea dei Soci  si aggiornerà  al 18 settembre.

“Per la prima volta comunico pubblicamente che il Consiglio Comunale mi ha dato mandato, con una delibera di qualche mese fa, di verificare se la sentenza della Corte Costituzionale che garantisce le gestioni autonome sia applicabile anche al Comune di Bortigiadas ovvero se ci sia la possibilità giuridica e la convenienza tecnico-economica per uscire da Abbanoa”.

Così conclude con fermezza il sindaco Emiliano Deiana dalla dalla pagina istituzionale della sua città. Attendiamo sviluppi in merito.

L'articolo Bortigiadas: il sindaco si mobilita per l’acqua torbida proviene da Olbia.it.



Clicca qui per leggere l'articolo originale